Homepage > Drama > History > The Eichmann Show Valutazione

The Eichmann Show (2015)

IMDB 6.5
Premiato
5
Bene
8
Media
3
Male
2
Terribile
1
data di revisione 02/21/2020
Changaris

Cosa fare di THE EICHMANN SHOW? È necessario staccare la finzione dai fatti. La produzione di Paul Andrew Williams include grandi quantità di filmati d'archivio del processo, che mostrano le caratteristiche impassibili di Adolf Eichmann mentre ascoltava le testimonianze di numerosi testimoni (vittime?) Delle atrocità che ha condannato. Ci sono anche registri di cinegiornali dei campi di concentramento e delle loro vittime, che se non fossero già ammucchiati in cumuli di corpi nudi morti, sarebbero stati lasciati emaciati, semplici ombre di quella che un tempo era l'umanità viva. Queste sequenze sono difficili da digerire, anche a distanza di settant'anni; ci chiediamo ancora come le persone possano comportarsi in modo così bestiale.

Le parti drammatizzate sono meno efficaci, a dire il vero. L'azione è strutturata attorno a un conflitto tra il produttore televisivo Milton Fruchtman (Martin Freeman) e il suo regista Leo Hurwitz (Anthony LaPaglia). Fruchtman ha salvato Hurwitz da un esilio di dieci anni nella lista nera delle attività non americane, ma lo trova difficile da lavorare, poiché Hurwitz sembra ossessionato dal focalizzare le sue telecamere sul volto di Eichmann, a scapito di altri eventi durante il lungo processo. A un certo punto Hurwitz perde un momento drammatico in cui un testimone sviene mentre cerca di ricordare le sue esperienze strazianti nei campi di sterminio. Eppure a volte il conflitto tra produttore e regista distoglie la nostra attenzione dagli eventi in corso, quasi come se il regista Williams stesse cercando in qualche modo di attenuare l'impatto drammatico del suo pezzo. Le cose non sono aiutate dall'uso regolare di colpi di reazione sui volti di Freeman e LaPaglia mentre si rispondono.

D'altra parte, Williams mette in discussione la moralità di Fruchtman, poiché sembra più ossessionato dal mantenere le classifiche globali piuttosto che trasmettere il materiale. Qui ci troviamo in aree esplorate in NETWORK (1976) di Sidney Lumet: le compagnie televisive si stanno davvero assumendo responsabilità di servizio pubblico o stanno semplicemente cercando di rendere tutti gli eventi come intrattenimento per attirare alti numeri di visione? Hurwitz comprende il significato di ciò che dirige, ma Fruchtman sembra non farlo.

THE EICHMANN SHOW è certamente un pezzo potente che deve essere visto, ma forse il materiale ricostruito avrebbe potuto essere gestito in modo più fluido.
data di revisione 02/21/2020
Schoening Rasely

Questo film della BBC si basava sull'evento reale che ha avuto luogo nei primi anni '60, Gerusalemme. A proposito della trasmissione televisiva del processo da un'aula di tribunale, che è stata la prima serie di documentari in assoluto a trasmettere. Uno dei migliori ufficiali nazisti, Adolf Eichmann, che fuggì durante la fine della seconda guerra mondiale e si stabilì nel Sud America, ma riportò con l'aiuto del Mossad in Israele per affrontare le accuse di crimini di guerra. Il film non mostrerà tutti quelli nella foto, ma inizia con la casa di produzione televisiva che si prepara a girare l'importante evento televisivo nella storia. Quindi inizia lo spettacolo, ma una prima metà noiosa e la metà successiva è dove accadono tutte le cose interessanti.

Nella mia previsione, questo film con contenuti potenti avrebbe facilmente battuto "The Imitation Game", se fosse stato prodotto in modo grandioso e avesse commercializzato un po 'di narrativa per il mercato mondiale. I veri videoclip del processo sono stati fusi nel film e ciò ha dato un forte effetto che consente di capire come si sono verificati quegli eventi reali. In realtà, ci sono alcuni tagli senza censura, che sono stati scioccanti e inquietanti. Più o meno come un semi-documentario, ma a causa della maggior parte dei filmati girati con attori e nei set, sembra un film TV come dovrebbe essere.

"Mentre guarderà il filmato, lo guarderemo. Solo allora vedremo il vero Eichmann."

Le esibizioni erano ordinarie, perché la sceneggiatura preferiva mostrare l'evento principale, non i personaggi e il loro stile di vita. Ciò non lo rende un film biografico, sebbene entrambi i protagonisti fossero piuttosto impressionanti. Avevamo visto molti film sulla seconda guerra mondiale e relativi ad esso, ma questo era diverso. A causa della storia è stata ambientata 2 anni dopo la fine della guerra. Film semplice, senza colpi di scena, senza sviluppi, ma rivela i fatti da una dimensione diversa. Grazie a questo spettacolo, persone in tutto il mondo e cineasti hanno capito la crudeltà del campo di prigionia nazista. I film che seguirono in seguito a questa guerra furono ispirati dagli eventi discussi in aula. Quindi, se stai pianificando questo, aspettati che sia come dice il titolo, non un po 'più o meno.

8 / 10
data di revisione 02/21/2020
Roxy

Il film è stato completamente avvincente. Come ha affermato una recensione precedente, "dovresti essere morto" per non essere toccato da questo argomento. Ho osservato il sentiero Eichmann e tutto ciò che vedo è un uomo in una cabina di vetro giorno dopo giorno senza emozioni. Com'è possibile? Sembra un uomo tranquillo, dai modi gentili, senza un osso medio nel suo corpo. Il film mostra la frustrazione dovuta al fatto che le telecamere tornano costantemente sul viso di Eichmann e non vi è alcuna reazione. la contrazione, il ghigno, ma davvero nessuna emozione. Il filmato più orribile possibile di persone innocenti affamate, uccise nude, torturate - eppure non c'è reazione sul volto di Eichmann

Come può qualcuno apparire così normale, essere così organizzato, agire in modo sano e intelligente, e tuttavia essere un mostro? Non avevo idea che le telecamere fossero in realtà buchi nei muri per non disturbare o interrompere il procedimento. Il film affronta alcuni dei problemi più profondi dell'olocausto: ha dato voce ai sopravvissuti per raccontare finalmente le loro storie a tutto il mondo. spero che non lo ripeteremo mai più. Se fossi Dio, potrei essere tentato di trovare un altro Noè, costruire una nuova arca e ricominciare tutto da capo
data di revisione 02/21/2020
Dagmar Mokriski

L'ho visto diverse volte, ogni visione mi lascia silenzioso e riflessivo. Avendo appena finito un'altra visione e confrontandola con il clima politico americano di oggi, mi chiedo quanto abbiamo davvero imparato. Possiamo prendere queste lezioni e riprenderle oggi, o la storia è diventata troppo irrilevante in questo mondo di avidità?
data di revisione 02/21/2020
Leonidas

Questo film cerca troppo di creare conflitti e tensioni all'interno dei personaggi della troupe cinematografica, ma i fatti già noti delle atrocità sommergono e annullano le emozioni manifestate dai personaggi. Una rappresentazione piuttosto blanda di un evento molto importante nella storia. Gettare bambini e mogli per tirare le corde del cuore non fa nulla per questo film. Una storia avvincente era già lì e i tentativi di incorporare uno strappo emotivo alle lacrime dietro la scena non riescono a fornire. Un sacco di drammi ruotavano attorno al controllo di 4 telecamere e mancavano i migliori scatti. Non dovrebbe essere la scienza missilistica - che giustamente lo stava togliendo una parte del pubblico di visualizzazione. L'uso del filmato storico era buono e gli scatti a colori sembravano piuttosto inutili.
data di revisione 02/21/2020
Kellsie

Anche se questo è un dramma eccellente sotto ogni aspetto diverso dal casting di Martin Freeman che non ha né la gravitas né la personalità in questa parte per essere convincente. Un attore molto bravo, ma dovrebbe confermarsi in ruoli più leggeri. Ciò ha rovinato un film altrimenti molto ben scritto e diretto. Il filmato originale era straziante nonostante fosse visto molte volte prima che non smettesse mai di scioccare e respingere, questo ha reso il cast di Martin Freeman ancora più sconcertante. Come e perché il regista e il direttore del casting abbiano mai raggiunto un accordo su questo, ho potuto nominare almeno quattro attori che sarebbero state scelte di gran lunga migliori, soprattutto perché la parte di LaPaglia era assolutamente perfetta. Anche il personaggio di Landau era perfetto e se fosse stato realizzato per il cinema e non solo per la TV avrebbe ottenuto molti riconoscimenti.
data di revisione 02/21/2020
Abe

Assolutamente un documento molto potente e storico. Tutti dovremmo guardarlo come promemoria di ciò che gli umani sono capaci. Vorrei aggiungere una "piccola" correzione però. È risaputo che il popolo ebraico era la maggioranza di quelli sterminati nel campo di concentramento di Oswiecim / Auschwitz. Ma ce n'erano molti altri come polacchi, zingari, russi, ungheresi e così via ... PERCHÉ NON SONO menzionati? Non una parola sugli altri europei perseguitati dai nazisti. Non in questo documentario, non in molti altri. Molti dei miei amici di famiglia erano tra quelli assassinati a Oswiecim ... erano polacchi.
data di revisione 02/21/2020
Manny Quesnel

Questo film non parla di spettacoli, regia o cinematografia ... questa non è una storia basata su fatti ... questi sono fatti puri ... una finzione che racchiude il vero dramma di corte, le clip reali degli anni '1960 quando il numero uno SS l'ufficiale Adolf Eichmann fu catturato e incriminato e infine condannato a morte ... Durante questo processo più orribile della storia dell'umanità, quando una clip che mostrava lo scheletro che sembrava centinaia di corpi umani fu scaricata da un grosso bulldozer in un enorme buco fatto dal le persone il cui turno sarebbe stato il prossimo !!!! è stata interpretata in aula di tribunale, l'architetto che ha progettato questo massacro è rimasto apetico ...
data di revisione 02/22/2020
Hanson Welcher

Negli anni '1960 il servizio di intelligence israeliano rintracciò e catturò l'ex ufficiale nazista numero uno delle SS Adolph Eichmann dal suo nascondiglio in Argentina. Era responsabile della "soluzione finale" sulla questione ebraica, ovvero le uccisioni sistematiche di ebrei. A Gerusalemme il governo israeliano sta processando Eichmann e intendono trasmettere l'intero processo. Avevano contratto il produttore di New York Milton Fruchtman per produrre il programma televisivo. Milton ha quindi assunto Leo Hurwitz, un famoso regista di documentari per la regia dello spettacolo. Il loro primo ostacolo da affrontare è che i giudici hanno obiezioni alla presenza di telecamere nella stanza, che ritengono intimidatorie. Quindi il team di produzione ha messo in scena le pareti della sala del tribunale con fori per accogliere le telecamere. All'inizio del processo, Leo balla immediatamente attraverso le posizioni della fotocamera, ingrandisce e ingrandisce e ottiene gli effetti drammatici aggiuntivi necessari al programma.

Ma Milton è frustrato dal fatto che stanno perdendo il pubblico per altre questioni di politica mondiale come la crisi dei missili cubani e il russo Yuri Gagarin, il primo uomo nello spazio. Il pubblico ritorna presto mentre il processo entra nelle testimonianze, quali storie hanno toccato profondamente il mondo. Nel frattempo Leo diventa sempre più ossessionato nel trovare qualsiasi piccolo accenno di umanità rimasto all'interno di Eichmann, facendolo focalizzare frequentemente sulle telecamere di Eichmann, con frustrazione di Milton. Milton sfugge a malapena a un tentativo di omicidio e avverte la squadra della propria sicurezza personale. Finalmente arriva il momento del processo in cui mostrano a Eichmann il filmato delle cose reali accadute nei campi di concentramento, a cui Eichmann non ha sussultato. Leo quindi rinuncia a provare a dimostrare il suo punto su Eichmann mentre Eichmann viene quindi condannato a morte.

La storia si rivela piuttosto difficile da giudicare in generale. Dato che il film si concentra maggiormente sul team di produzione, ha preso le distanze dal personaggio di Eichmann interamente dal fatto che Adolf Eichmann esisteva solo come sfondo per questo film. Quindi è sicuro affermare che il film non è come quello che troveremmo nel Giudizio del 1961 a Norimberga. In effetti in questo film non c'è alcuna vera interazione tra Eichmann e i personaggi principali.

Tuttavia, se lo vediamo dal punto di vista del team di produzione, il film aveva fatto i suoi doveri nel ripetere tutte le cose che contano della produzione video del processo. Ma personalmente ritengo che accanto a quel focus principale sul processo, il resto della storia fosse piuttosto piatto. Questo è abbastanza zoppo perché il film ha effettivamente sollevato alcune potenziali storie secondarie, come quelle con le famiglie di Milton e Leo, quelle su Yaakov e quelle sulla signora Landau.

Detto questo, devo anche dire che il film ha raggiunto il suo scopo nel rivisitare i ricordi dell'Olocausto mediante l'uso delle riprese d'archivio, non solo le riprese dei campi di concentramento, ma anche le riprese dei veri testimoni e dello stesso Eichmann nell'aula del tribunale durante il processo. L'uso delle rievocazioni del film a volte da parte di Eichmann ha un buon scopo. Ma penso che non sia saggio mescolare quelle rievocazioni con le riprese reali di Eichmann.

La recitazione nel complesso è un lavoro abbastanza decente secondo me. Martin Freeman è riuscito a mantenere il suo solito carattere di aspetto spensierato e in grado di nascondergli persino minacce al fine di mantenere lo spirito lavorativo della sua squadra. Ha anche avuto successo nel proiettare il più ampio spettro della presunta condizione frustrata di Milton Fruchtman. Anche Anthony LaPaglia ha fatto abbastanza bene nel interpretare il regista calmo e professionale. La missione extra di trovare qualche accenno all'umanità di Eichmann è anche ben descritta da LaPaglia, anche per gli scontri con Fruchtman.

La mia opinione è che The Eichmann Show (2015) merita un punteggio di 6 su 10. Lo avrei segnato di più se solo il resto della storia non fosse stato così piatto. Una raccomandazione è solo per quelli di voi che amano davvero la storia. Nonostante sia in grado di essere emotivo a volte, il film è più informativo di quanto sia divertente.
data di revisione 02/22/2020
Grissel

Devi essere morto per non essere impassibile da questo. Avevo una famiglia in diversi campi, alcuni quasi assassinati a Katyn invece si sentivano "fortunati" ad essere deportati in Siberia dove l'80% non sopravviveva. Intorno a me da ragazzo c'erano sopravvissuti al campo, come potevo pensare che avessero inventato anche il meno terrificante delle storie che pensavano che io, un bambino, avrei potuto stomaco e capire? Questo film parla della troupe di produzione che ha dovuto filmare il processo e non rompere, non perdere la concentrazione e non scendere allo stesso livello della bestia; è importante. È importante perché anche mentre erano seduti lì e facevano il loro lavoro, un uomo continuava a dire che siamo tutti capaci quanto Eichmann di attraversare quella linea, di essere un fascista, di essere la bestia che non crediamo di poter essere. Come in 90 minuti puoi trasmettere l'orrore dei crimini e l'effetto di 4 mesi giorno dopo giorno su quelli fatti per essere lì fino alla fine del processo? Probabilmente non così bene come avrebbero voluto e sospetto che sarebbe stato impossibile. Ma si avvicinarono con una serie di scene potenti che esponevano i nervi grezzi, il senso di frustrazione dei sopravvissuti seguito dal rilascio dignitoso e stoico della tensione quando sapevano che il mondo stava ascoltando. Durante la loro vita era stato loro permesso di raccontare la loro storia e vedere una sorta di giustizia.

L'affermazione di chiusura dell'opera sollevata dai nastri originali ci ricorda quanto così tanti ancora oggi si trovino sulla soglia della ripetizione di questi atti disumanizzanti. Il film lascia senza dubbio allo spettatore che le lezioni apprese nel 1961 non sono state apprese in molti paesi da allora e spesso con la stessa cupa superiorità e giustificazioni. Le nazioni senza nome e i futuri mostri che lascio alla tua immaginazione così come il film.

Quante volte l'intero processo avrebbe potuto essere deragliato da decisioni giudiziarie ben intenzionate, minacce esterne e gli eventi che si svolgevano in quel momento che hanno messo in ombra il processo stesso. Il modo in cui sono stati affrontati questi dossi sulla strada viene esplorato con un abile tocco che ci ha tenuti in mente il regista che alla fine della giornata aveva bisogno di mantenere la mente chiara e lo staff concentrato sul lavoro. La produzione del processo è la star dello spettacolo, ma non scuote mai la sensazione che sarebbe mai stato come qualcosa prima o dopo. Molte delle tecniche introdotte in quel processo sono ora date per scontate quando si trasmettono tali eventi, dimostrando ancora una volta che alcune delle cose più ovvie oggi sono il risultato di un'innovazione forzata.

Per quanto riguarda il cast, alcuni più noti per la commedia e il dramma leggero, questa è stata una meravigliosa opportunità per dimostrare che potevano fare cose pesanti, spesso con accenti del tutto estranei. Essendo un film della BBC trasmesso senza pubblicità e su argomenti che a volte erano profondamente preoccupanti, la sceneggiatura non perde un secondo e non controlli mai l'orologio. Ho particolarmente apprezzato l'uso delle molte lingue europee che rappresentano la vastità del crimine, consentendo quindi di cantare in polacco il canto ossessivo durante il montaggio del campo. Polacchi, ebrei e cattolici simili, hanno sofferto enormemente per mano dei nazisti e sarebbe stata la lingua più parlata in tribunale, sembrava giusto.

Non si può mai dire di un film del genere che ti sia piaciuto o che si pensasse fosse provocatorio, sarebbe strano e del tutto inadeguato. Direi però che ha realizzato ciò che si prefiggeva di fare davvero bene.
data di revisione 02/22/2020
Angil Applebee

The Eichmann Show: diretto da Paul Andrew Williams e scritto da Simon Block

Questa è la vera storia dietro la trasmissione del processo del criminale di guerra nazista Adolph Eichmann in Israele. La storia vera su cui si basa è importante. È qualcosa che le persone devono imparare. È anche qualcosa che può essere appreso guardando un documentario. I suoi aspetti forti sono tratti dalle riprese reali. Sembrava più una pagina di Wikipedia sull'evento portato alla vita. Ci sono brevi momenti in cui Leo Hurwitz cerca di trovare l'umanità in Eichmann. Scopre che sta fallendo miseramente. Tutti sono stressati e i simpatizzanti nazisti stanno cercando di fermarli.

Mentre Martin Freeman fa sembrare tutto senza sforzo, non gli viene dato molto da fare qui. Anthony LaPaglia pensa molto all'interno. È difficile renderlo cinematografico e impallidisce a causa di ciò. Capisco da dove veniva ma volevo di più da questi personaggi. So che questa è solo la mia opinione e idea di cosa fare di tutto.

Sottolineano l'importanza dell'evento e della storia che stanno facendo, il che è davvero solo una sovrabbondanza della stessa cosa. È anche qualcosa che solo le persone che guardano indietro a un evento di solito sentono. Lo vedi sui volti di tutti mentre guardano. Ci sono molte persone in giro che guardano semplicemente le cose svolgersi. Non rende la visione più affascinante.

Lo salterei se trovi la possibilità di guardarlo. È troppo semplice per me. Dò a questo film una C.
data di revisione 02/22/2020
Lipson

Questo film ben intenzionato ma non molto gratificante delle riprese del processo di Eichmann offre ciò che il titolo promette non più di quanto il titolo reciti. Riguarda i problemi e le decisioni del cineasta durante le riprese dello spettacolo. Ma a chi importa davvero se il produttore e il regista hanno discusso degli angoli di ripresa o delle telecamere abilmente nascoste nell'aula del tribunale. Le testimonianze dei sopravvissuti erano difficili da seguire attraverso le voci tradotte. E le stesse testimonianze e scuse di Eichmann furono mostrate molto brevemente. Almeno per il processo avrebbero potuto staccarsi dalla camera POV per metterti in aula.

Anthony La Paglia interpreta il regista Leo Hurwitz. Ma il suo accento arriva come australiano più spesso di quanto dovrebbe. Martin Freeman è migliore ma un po 'sciocco.

Questo film non pretende di essere un film che drammatizza i crimini e la cattura di Eichmann. Ma ti lascia desiderare un film ben fatto al riguardo e invece ce n'è uno nelle opere, quindi sii paziente. Questo non è assolutamente da guardare in alcun modo.
data di revisione 02/22/2020
Coulson

Possono esserci spoiler su una rappresentazione di un evento storico ??

Questa è una visione straziante, hanno usato le riprese del processo originale di Eichmann, no? Chiunque abbia un cuore avrà le lacrime agli occhi e lo stomaco girato più volte alla vista delle parti (fortunatamente brevi) del documentario di Auschwitz. Attacco emotivo molto forte.

Sono uomini capaci di essere mostri, beh, Eichmann lo era.

Le dichiarazioni conclusive del film, un'accusa a tutti coloro che giudicano le persone in base alla loro religione, al colore della loro pelle, a qualsiasi cosa MA il loro personaggio.
data di revisione 02/23/2020
Almeeta Esmaili

A parte la recitazione flagrantemente cattiva di Martin Freeman, che non ho mai visto prima e spero di non vedere mai più, questo è un film enormemente impressionante che affronta bene un argomento difficile. Ottimamente fatto fu la fusione del vero filmato di prova del 1961 con la ricostruzione moderna, qualcosa che spesso va storto. Qui la parte posteriore - con alcuni testimoni che parlano in francese, una lingua assolutamente inadatta a tali descrizioni e ancor più straziante per quel motivo.) La maggior parte degli occhi dovrebbe essere allontanata dal filmato del campo, ma per fortuna non ce n'è troppo e uno è sempre avvertito. Non si può dire lo stesso di guardare lo stesso imputato, il che è sconvolgente. Ma il filmato di Eichmann usato qui era anche una scelta dei cineasti, renderlo meno dell'umano "umano" che Hurwitz inizia supponendo che lo sia.

La faccia contorta e viziosa che vediamo continuamente in mostra non era, tuttavia, l'unica faccia disponibile. Molti anni fa ho avuto il privilegio di vedere un documentario sul processo, in un cinema d'arte a Tokyo, con sottotitoli in inglese. Era molto lungo e composto interamente da filmati di prova abilmente editati: nessuna narrazione, nessuna musica, nessun titolo. (Ho cercato invano di trovarlo su questo sito; qualcuno conosce il film intendo? L'ho visto nel 97? 98? Ma potrebbe essere stato realizzato prima, in Canada? USA? Regno Unito?) Cosa ricordo di Eichmann erano le sue molte facce nel molo. Spesso un uomo molto nervoso, logoro, con enormi pile di fogli e blocchi per appunti, che continuava a sfogliare, prendendo appunti e cercando tutto il mondo come un ragioniere perfettamente sano sotto processo per aver manipolato i libri. Questo aspetto non ci è stato mostrato in "The Eichmann Show", che è un peccato. Non per alcun tipo di simpatia, Dio lo sa, ma per spaventarci le luci del giorno viventi da ciò che Arendt chiamava "banalità del male". Per molti versi questo banale tipo di ragioniere era più orribile della faccia satanica esitante, ghignante e immutabile che vediamo costantemente in questo film ... perché non sembrava al ragioniere che avesse fatto qualcosa di gravemente sbagliato. Ma i cineasti qui erano uniti a una certa visione e non volevano complicarla.

Si capisce che un evento così travolgente deve essere semplificato per le masse cinematografiche, e questo film ha fatto un ottimo lavoro in generale. Ma mentre lo guardavo da solo, avevo in mente il documentario più lungo per aiutarmi a farcela. Se "aiuto" è la parola giusta.
data di revisione 02/23/2020
Bernice Bejcek

Apparentemente, questo film racconta la trasmissione televisiva del processo del 1961 di Adolf Eichmann - il nazista che fu una delle figure più importanti dell'Olocausto e che fu rapito dal Mossad in Argentina 15 anni dopo la fine della seconda guerra mondiale e tornò in Israele per affrontare il processo. E mentre impariamo molto sul processo e sull'Olocausto attraverso filmati reali del processo, che includevano film di ciò che è accaduto nei campi di concentramento (ed essere avvisati - il filmato è più che sobrio; è una rappresentazione orribile di le profondità in cui l'umanità può immergersi) Ho davvero trovato che questo riguardava maggiormente le lotte interne del direttore della trasmissione televisiva - Leo Hurwitz. Hurwitz era un regista ebreo molto apprezzato che era stato inserito nella lista nera della House Un-American Activities Committee - e quindi, francamente, conosceva le tattiche del fascismo. Data l'opportunità di redenzione in un certo senso dall'offerta del produttore William Fruchtman (anche ebreo) di produrre la copertura del processo, troviamo spesso Hurwitz più interessato a soddisfare la propria ossessione con la necessità di capire Eichmann - non solo quello che ha fatto, ma perché lui l'ha fatto, come ha spiegato. Fruchtman non è antipatico nei confronti di Hurwitz, e comprende l'importanza della copertura del processo, ma come produttore è anche distratto dalla necessità di mantenere le valutazioni e dalle minacce che vengono fatte contro lui e la sua famiglia per essere persino coinvolti nel progetto . I due si scontrano spesso quando i loro ruoli in competizione e le loro agende personali si scontrano ancora e ancora.

Non voglio dire che mi è piaciuto questo film. Questo non è un film da "divertire". A volte è un film molto oscuro e include filmati che sono - come ho detto sopra - abbastanza orribili in natura, e tratta di quello che è certamente il primo esempio di come l'umanità disumana possa effettivamente essere. Con lo sfondo di Hurwitz (essendo stato inserito nella lista nera), sottolinea anche che in qualche modo il fascismo non è molto profondo sotto il suolo - un punto molto rilevante ai giorni nostri, quando le tattiche del fascismo vengono utilizzate sempre più apertamente da molti politici in il mondo occidentale. Quindi c'è una lezione potente (anche se un po 'sottovalutata) qui; un motivo per essere vigili, per proteggere i diritti di coloro che sono spesso espressi come nemici e quindi trattati come meno che umani. Ma se non è un film da "divertire", direi che è un film ammirevole in molti modi. Alcune delle scene dietro le quinte, dato che Hurwitz fa cambiare i colpi agli operatori della macchina da presa, ecc. Sono in qualche modo asciutte - ma suppongo che si aggiunga alla tensione intrinseca nel film tra Hurwitz e Fruchtman - è solo uno spettacolo televisivo, o è è una ricerca di comprensione?

Ho pensato che le esibizioni di Martin Freeman come Fruchtman e Anthony LaPaglia come Hurwitz fossero molto buone. Non più di questo - e intendo questo non come una critica. È solo che, come Hurwitz, mi sono interessato tanto al filmato d'archivio del comportamento e dell'espressione emotiva di Eichmann quanto a quello che ha dovuto affrontare le brutte verità dell'Olocausto come lo ero io con le storie di Hurwitz e Fruchtman.

Una scena non di metraggio che si è distinta per me è stata una conversazione tra Hurwitz e la signora Landau (Rebecca Front) - che possedevano il piccolo hotel a Gerusalemme dove Hurwitz ha soggiornato durante il processo. La signora Landau era una sopravvissuta dell'Olocausto e una sera a cena lei e Hurwitz parlarono. Ha raccontato che una volta finita la guerra nessuno - nemmeno in Israele - voleva sentire le storie dell'Olocausto. Ma poi gli disse che ora aveva sentito la gente parlarne - perché stavano guardando il processo. "Hanno ascoltato ... grazie a te." Hurwitz aveva pensato di aver fallito perché non aveva "spiegato" Eichmann. Quella conversazione (verso la fine del film) sembrava cambiare la sua prospettiva e fargli capire l'importanza di ciò che stava facendo.

Questo potrebbe non essere un film "divertente". Ma è un film eccellente e ammirevole. (8/10)
data di revisione 02/24/2020
Geilich

Questa è una brillante produzione della BBC sul processo di Otto Adolf Eichmann, un nazista che fuggì in Argentina dopo la seconda guerra mondiale e che era responsabile di facilitare e gestire la logistica della deportazione di massa di ebrei in ghetti e campi di sterminio occupati dai tedeschi Europa orientale durante la seconda guerra mondiale.

Il film ha un cast superbo e racconta la storia dal punto di vista dell'equipaggio di produzione responsabile per la trasmissione televisiva del processo a Gerusalemme nel 1961. Vediamo la logistica coinvolta nel portare il processo sugli schermi TV di tutto il mondo e i problemi della produzione squadra faccia lungo la strada.

Naturalmente la più grande storia di una produzione come questa è l'orrore dell'olocausto e come un uomo può essere responsabile di tale male. L'Eichmann Show è l'ennesimo promemoria di questo orrore e vale la pena un paio d'ore di chiunque.

8 / 10
data di revisione 02/24/2020
Spoor Mattys

L'Eichmann Show è un film documentario sulla trasmissione televisiva del processo di Adolf Eichmann del 1961 in Israele dopo essere stato catturato in Argentina. Eichmann era considerato uno degli architetti della resa dei conti finale che ha portato alla morte di innumerevoli ebrei e altri.

Anthony LaPaglia è il regista televisivo Leo Hurwitz e Martin Freeman è il produttore Milton Fruchtman che ha iniziato a trasmettere ciò che è diventato noto all'epoca come il "processo del secolo", trasmesso in 37 paesi per quattro mesi. Era forse la prima volta che i testimoni descrivevano gli orrori del campo di concentramento ad un pubblico più vasto. Come informa l'albergatrice, la signora Landau (Rebecca Front), molte persone semplicemente non riuscivano a credere che simili eventi si fossero verificati durante la seconda guerra mondiale.

Sebbene Fruchtman avesse ottenuto il permesso di filmare il processo dalle autorità, i giudici erano a disagio poiché sentivano le telecamere e il rumore che emettevano sarebbe stato una distrazione e si misero in procinto di nascondere le telecamere o mascherarle in modo da renderle invadenti.

Il film interrompe il vero filmato di prova in bianco e nero. Il filmato documentario storico delle vittime dei campi di concentramento è piuttosto angosciante. Eichmann è impassibile durante tutto il processo mentre viene mostrato il filmato e viene data testimonianza.

È un pezzo degno, ma il dramma era piuttosto insipido. Naturalmente il filmato storico è scioccante e disgustoso, le parti drammatizzate al contrario non mi hanno affascinato. Ho sentito che un documentario meglio costruito avrebbe raccontato meglio la storia con il filmato storico.
data di revisione 02/24/2020
Amity Sall

L'Eichmann Show è uno dei migliori film drammatici che ho visto in vita mia. Il fatto che durante l'intero processo, nel film, mostrino effettivamente inserti del processo reale, è qualcosa che nessuno ha mai fatto prima ed è sorprendente. Combinare i video reali con parti del documentario sugli ebrei nel periodo della seconda guerra mondiale è sorprendente e straziante allo stesso tempo. Questo non è più solo un film, è qualcosa di molto più di questo, è una vera storia, sei un vero spettatore del processo Eichmann, puoi sentire l'energia oscura che scorre intorno a lui, non facendo una singola espressione facciale mentre guardi tutto ciò che ha fatto agli ebrei. Sii pronto per le lacrime agli occhi perché se questo non ti fa sentire emotivamente instabile, hai freddo come Eichmann e i nazisti.
data di revisione 02/24/2020
Brainard

Un promemoria tempestivo, con grande precisione, prestazioni di prim'ordine. Martin Freeman &; Anthony LaPaglia offre le migliori opere drammatiche qui. In un anno (2016) il mondo è testimone di una rinascita del fascismo in questo epilogo avvincente della condanna di Adolf Eichmann: "Ognuno di noi che ha mai sentito (sono) stati creati meglio di qualsiasi altro essere umano, si è fermato sulla soglia in cui si trovava Eichmann" . Freeman, LaPaglia ha reincarnato le posizioni di produttore e regista per il primo processo televisivo mondiale del criminale di guerra nazista Adolf Eichmann. Scorgendo la storia recente dal punto di vista della produzione, vediamo il fanatismo e le minacce di morte sopportate, insieme a passi emotivi catartici per la guarigione che questa trasmissione in tempo reale dell'accusato assassino nazista Eichmann ha consegnato a sopravvissuti, veterani di guerra, testimoni, mondo in generale. La prova di Eichmann offrì a milioni il primo spazio sociale sicuro per i sopravvissuti europei della Seconda Guerra Mondiale a Begn per dire le loro verità.

Lascia una valutazione per The Eichmann Show