Homepage > Drama > Romance > Martin Eden Valutazione

Martin Eden (2019)

IMDB 7
Premiato
2
Bene
1
Media
0
Male
0
Terribile
0
data di revisione 02/21/2020
Hyman

La storia è piuttosto semplice: un giovane marinaio - che rappresenta lo scrittore stesso, ovvero Jack London, essendo il romanzo in gran parte autobiografico - si innamora di una ragazza giovane, bella ed educata di una famiglia borghese. Il libro è ambientato nel San Francisco dei primi del 1900, mentre il film è ambientato a Napoli e nei dintorni della Campania in un'età indeterminata, anche se ci sono così tanti riferimenti alla ricostruzione dell'Italia dopo il www2

Martin, assorbito dalla conoscenza, inizia a leggere montagne di libri e inizia a scrivere storie con l'intenzione di elevare il suo status sociale e di poter così sposare Ruth. Vengono pubblicati i suoi romanzi, ottiene successo, denaro, riconoscimento come scrittore, Ruth che aveva l'ha lasciato lo supplica di perdonarla, ... ma al culmine del successo invece di essere una persona felice e compiuta diventa un uomo cinico, non crede più nelle sue passioni e perde il suo entusiasmo. Quello che è successo ?

Per comprendere questa svolta è necessario conoscere il pensiero politico / sociale di Jack London; la storia dell'amore tra i due giovani è solo un pretesto, mentre l'intenzione dello scrittore è di mettere in evidenza e criticare altre idee e valori:

  • l'individualismo è il primo; è sicuramente una buona cosa poter contare su te stesso, ma se sei guidato verso gli eccessi produce persone che perdono completamente l'interesse per i bisogni degli altri e che non sono in grado di vedere oltre il proprio interesse personale
  • Il sistema capitalista, all'inizio del 1900 nelle mani di una minoranza di persone, crea masse di lavoratori a basso reddito, sottoposti a lavori ardui e in pratica riduce le persone a un destino di schiavitù
  • Abbiamo anche una critica al sistema educativo in base al quale la conoscenza è ridotta a "status symbol", mentre al contrario la cultura dovrebbe aiutare le persone a migliorare e crescere

La colonna sonora è molto bella e suggestiva: si tratta di brani di musica leggera in voga in Italia negli anni '50 e '60, mentre la narrazione fotografica della trama confina con la poesia; spesso la narrazione principale è intervallata da vecchi documentari o clip di video amatoriali che danno il senso di povertà e della dura vita degli anni del dopoguerra in Italia, gli anni che rappresentano le nostre radici, le basi del nostro attuale sviluppo
data di revisione 02/22/2020
Nicky Sarff

Abbastanza fedele al libro per quanto riguarda la trama, ma molto diverso nell'ambientazione: questo film trasporta la storia di Londra nella Napoli del 900 e adatta la situazione alle caratteristiche italiane. Questa scelta, tuttavia, non rovina il concetto di Londra, che invece è mantenuto anche: la storia di un uomo che per amore cerca di trasformarsi da una condizione popolare in una vita di ricchezza e conoscenza.

Ma l'amore, in questa storia, è solo l'input narrativo: è invece la tragedia di un uomo che vuole passare nel mondo borghese e che scopre tutti i limiti umani di quell'universo (fatto di bugie e comportamenti non rispettosi) e allo stesso tempo perde parte del mondo antico. Il suicidio è la forma unica di libertà per quest'uomo strano tra gli uomini. Con un'eccellente interpretazione di Marinelli e uno splendido paesaggio e fotografia, questo film riesce a mantenere gli obiettivi di Londra e allo stesso tempo offre loro la bellezza delle atmosfere italiane.
data di revisione 02/22/2020
Ashleigh Raddatz

Ho lasciato il cinema con un forte legame emotivo con il protagonista. La storia sembra emergere da un documentario, con diversi riferimenti all'Italia post-seconda guerra mondiale: musica, persone, strisce di nastri fatti in casa. Ma il ritmo, il ritmo, il montaggio, non sono documentari, a volte ricorda un videoclip. Più si sorseggia l'ambiente, più il suo sapore cambia, perché la situazione cambia e anche l'attore principale. È davvero facile piegarsi al suo arco e piano piano ti ritrovi assorbito dalla sua prospettiva, dalla sua visione, dai suoi colpi di scena.

Lascia una valutazione per Martin Eden